Notizie Juve

Notizie Juve: Pirlo non ingrana, Allegri è un rimpianto?

Piccola premessa: a me il calcio di Allegri non piaceva… mi piacevano le vittorie e i titoli, che era quello che la proprietà e la società ogni anno chiede: titoli, scudetto in primis

MA tutti i nodi vengono al pettine e stanno venendo proprio tutti. Il grande vincitore fino ad oggi sempre e ancora di più? Massimiliano Allegri. Lo ripeto a me il suo calcio non piaceva, ma era “terribilmente” vincente almeno in Italia e comunque in Europa con lui 2 finali di CL le abbiamo raggiunte e perse (perchè più di così onestamente non si poteva fare, con i giocatori che avevamo, certo qualche errore è stato fatto ma i titoli e i cammini in CL sono oggettivi e sotto gli occhi di tutti).

La società ha sempre operato, oggi lo si capisce un po’ per scarsità di mezzi un po’ per incapacità, un po’ non saprei secondo i dettami della convenienza, dell’occasione, del grande (ex) giocatore a parametro zero (c’è da domandarsi come mai certi giocatori importanti e forti sulla carta venivano venduti a prezzo conveniente o rilasciati a par 0 dai vari bayern, real barcellona etc). Questo retaggio anche di un modus operandi innervato da Marotta, che andava bene finchè occorreva rifondare e vincere in Italia, ma in europa senza un disegno tecnico è fallimentare e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Fino a 1 anno e mezzo fa la rotta era stata tenuta applicando il format: acquisto giocatori sulla carta, di qualità, secondo convenienza ed opportunità, poi ci pensa l’allenatore nel tentare di trovare la quadra, previo ogni anno un aumento di ingaggio, una pacca sulla spalla e con il motto, fi la minestra con quello che ti abbiamo dato.

Allegri ci è sempre riuscito benissimo, conte non ci ha nemmeno tentato è fuggito. Allegri con quello che aveva, pur avendo richiesto a più riprese uno e un solo tipo di giocatore un 3/4tista alla kaka per intenderci, che non gli hanno mai preso, un tipo di giocatore chiedeva: mai accontentato; e il buon Max faceva sempre buon viso a cattivo gioco trovando quasi sempre la quadra, vuoi a novembre, vuoi a gennaio inoltrato, e portava sempre la nave in porto per prima.

Juve news: Allegri aveva capito tutto

Lui aveva capito tutto, occorreva una mezza rivoluzione: gente fresca, motivata, sana. L’hanno ascoltato? no hanno puntellato come al solito nascondendosi dietro la frase: “squadra difficilmente migliorabile”… hanno cambiato allenatore, Sarri (non un fenomeno ma nemmeno uno senza esperienza), Sarri non era adatto in primis per il carattere e l’aspetto “look and feel” immagine e rapporti col gruppo delle vecchie glorie/senatori che in società ha grande influenza frutto di rapporti consolidati extra campo con i rampolli della famiglia e il parentado.

Ma il problema si vede, non era nemmeno Sarri, che pur con errori e scarso felling con l’ambiente, qualcosa stava facendo (Sarri premetto non andava proprio preso). Il problema si vede ora con un ulteriore puntellamento qualitativo al ribasso della rosa e un allenatore, non me ne voglia Andrea Pirlo grandissimo fuoriclasse in campo, quanto acerbo e magari un po’ presuntuoso in panchina. 

Molti, pensavano che potesse ricalcare le orme di Pep Guardiola.. va bene siamo all’inizio ancora ma certe cose si vedono subito… l’inesperienza inesorabile sta pagando anticipatamente il conto: una cosa sono le tesi a Coverciano altro l’applicazione sul campo di idee certo innovative e potenzialmente vincenti ma che si scontrano con una pochezza qualitativa della rosa soprattutto a centrocampo (il fulcro del gioco di una squadra), che non può anche volendo abbracciare ed applicare le idee di Pirlo.

Cr7 potrebbe essere una parziale e temporanea ancora di salvezza nel breve: in italia qualche punto in più lo porterà di sicuro, e un po’ di fortuna tra gol millimetrici annullati pali traverse ed espulsioni cervellotiche; ma l’evidenza dei fatti è inesorabile.

Se no ci sarà da subito in società un brusco cambio di rotta ci ritroveremo ad aver sprecato tutto quello di buono che è stato fatto in questi anni, come risultati ma soprattutto con appeal, immagine, valore del brand etc. ritrovandoci a breve con una squadra da rifondare perchè qualitativamente scarsa in rapporto alle ambizioni della juve, e il portafoglio “abbastanza vuoto”: anche perchè i vari chiesa, morata, mc kinneay nei prossimi 1 o 2 anni cuberanno come riscatti circa 120 mil di euro, ingolfando non poco la depotenziata macchina del mercato bianconero.

Notizie Juve: Sarri rescinde, Allegri è la soluzione?

Massimiliano Allegri, certo lui quello che vinceva sempre al gabbione, quello tanto vituperato e criticato, anche dal sottoscritto… ora capiamo che la mancanza di uno che sapeva gestire e fare di necessità virtù, certamente non proponendo un bel calcio, ma spesso e volentieri vincendo… uno che un solo giocatore ha chiesto un regista / trequartista vero e forte e mai lo hanno accontentato: non ostante questo con i giocatori che passava il convento, acquistati secondo convenienze ed opportunità e non in ossequio ad un preciso progetto tecnico-tattico, riusciva quasi sempre a trovare la quadra

Se le cose continuassero ad andare male, con magari Sarri che si accasa altrove liberando un ingaggio pesante… ma anche senza quest’ultima evenienza l’unica ancora di salvezza sarebbe richiamare Allegri che fortunatamente è ancora libero…chissà mai quali intrecci il destino ci riserverà Concludo dicendo che in tutta onestà, ad Allegri dobbiamo tutti o quasi delle scuse.

Redazione
La redazione di FinoallaJuve è composta da tifosi juventini, ma prima di tutto da amanti del calcio e persone obbiettive. Il nostro scopo è fornire un informazione a 360 gradi, imparziale e obbiettiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *