Quando torna Dybala? Le ultime news sull’infortunio

TORINO – Ora manca soltanto un po’ di Joya. Ora la Juve attende soltanto il rientro di Dybala per aggiungere il jolly per la rimonta scudetto. L’infermeria è ormai praticamente vuota, anche perché Alex Sandro è alle prese non con un infortunio ma con il Covid e l’agenda, nel caso del brasiliano, la detta il virus. Paulo, intanto, è alle prese con il problema al ginocchio sinistro che lo ha messo fuori causa nella partita contro il Sassuolo: lesione di basso grado del legamento collaterale mediale era stata la diagnosi, con un conseguente stop di circa tre settimane, giorno più giorno meno. Il recupero è ancora in corso e procede per il verso giusto anche se ci vorrà ancora un po’ di tempo per rientrare in gruppo.

Infortunati Juve: Quando torna Dybala?

Dybala infatti avverte ancora un po’ di dolore al ginocchio ma sta lavorando duramente con una doppia sessione di allenamento quotidiano che si svolge tra piscina, terapie e anche agopuntura. La stima è che saranno necessari ancora 5-7 giorni per tornare sul campo e l’auspicio dell’argentino è che questo possa accadere per fine mese. Così da iniziare a parte per poi unirsi ai compagni. Non c’è fretta, naturalmente, perché nessuno intende affrettare i tempi e accelerare il recupero. L’orizzonte più credibile potrebbe essere un ritorno a disposizione per metà febbraio: per la sfida in casa del Napoli (13 febbraio) e per l’andata degli ottavi di Champions League contro il Porto (17 febbraio). O magari si potrebbe anticipare di qualche giorno: Roma o una eventuale semifinale di ritorno di Coppa Italia, nel caso i bianconeri si qualifichino. Si vedrà, non si possono fare previsioni esatte, proprio perché l’evoluzione del recupero viene monitorata giorno per giorno e non si correrà alcun rischio.

VOGLIA. Certo è che la voglia di Dybala di tornare è tantissima: vuole dare un calcio alla sfortuna che lo perseguita ormai dalla scorsa estate, quando è arrivato il primo infortunio muscolare contro la Sampdoria, cui è seguita la ricaduta con il Lione. Da allora c’è stata davvero poca Joya perché Paulo non ha potuto esprimersi a dovere, sempre rallentato dai continui stop & go legati agli acciacchi assortiti che ha dovuto affrontare, anche negli intermezzi con la Nazionale.

Il gol al Genoa sembrava l’inizio della rinascita ma immediata era riemersa la querelle sul rinnovo del contratto che non arriva e poi sono arrivati nuovi problemi fisici. Dybala vuole tornare un fattore, vuole tornare decisivo, vuole mettere la firma sulla rincorsa della Juve, che lui sta seguendo da vicinissimo, sempre in gruppo, sempre vicino ai compagni, pur da fuori. Era in tribuna a Reggio Emilia e ha festeggiato la Supercoppa, come era sugli spalti dello Stadium nel match contro il Bologna. In attesa di tornare protagonista. Manca solo un po’ di Joya.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *