Juve-Spal 4-0 pagelle flash: migliori e peggiori della gara

Poco da dire, a mio avviso, sulla partita di ieri: il livello dell’avversario era modesto e la vittoria era l’unico risultato possibile da ottenere, bravi i ragazzi (in particolar modo gli U23) a stare sul pezzo sotto il profilo mentale. A livello tattico, il miglioramento in fase offensiva mi sembra costante e risulta ancora più evidente quando non gioca Ronaldo (Kulusevski/Morata si muovono di più e tengono meno palla, creando più spazi e imbucate); ma sotto l’aspetto della fase difensiva credo che ci sia ancora qualche giro di vite da fare: abbiamo preso più di un contropiede cagionato da una linea difensiva altissima, errori di posizionamento e letture sbagliate (dobbiamo alla pochezza della Spal la porta inviolata).

Urgono correttivi. Ci avviciniamo alla fase cruciale della stagione, dopo la Samp (partita ASSOLUTAMENTE da non sottovalutare) avremo in sequenza Inter-Roma-Inter-Napoli-Porto. Praticamente ci giochiamo 3 competizioni in 5 partite. Dobbiamo dare il massimo, gettare il cuore oltre l’ostacolo e vedere tra un mese dove saremo. Io sono fiducioso.

Pagelle Juve-Spal 4-0: Ramsey il peggiore, Kulu il migliore

Ramsey 4,5 : svogliato, superficiale, corre poco e male, pecca di presunzione e sbaglia palloni facili, perdendo anche palla in zone delicate. Fisicamente sembra apposto, che stia patendo la perdita del posto in campo a favore di Wes?

Migliori: Fagioli 6,5: ottimo esordio, che non pareva affatto tale: ha gestito palla con personalità e qualità, commesso qualche errore o sbavatura ma nulla di imperdonabile e ha dimostrato una visione di gioco notevole. L’ avversario era quello che era, vero, ma io qualche minuto in campionato inizierei a farglielo fare, sembra talentuoso

Rabiot 7: giganteggia in mezzo al campo, si procura il rigore dopo una percussione centrale, salta l’uomo, recupera palloni, verticalizza e tira in porta. Il salto di qualità lo deve fare nella testa, perché ha l’età, il fisico e le qualità tecniche per rendere molto meglio di quanto fatto finora.

Frabotta 7: macina la fascia, segna, si propone costantemente in fase offensiva. Deve migliorare in fase difensiva e anche tanto, con le marcature e i posizionamenti non ci siamo.

Kulusevski 7,5: segna, svaria su tutto il fronte d’attacco, ha qualità evidenti. Deve crescere nella lettura delle situazioni e nel capire gli spazi da attaccare, ma spesso ci dimentichiamo che ha solo 20 anni e un anno e mezzo di Serie A alle spalle.

Menzione per Chiesa: entra in campo come una tigre, sfrutta i pochi minuti concessi pressando con ferocia tutta la difesa avversaria, creando occasioni e rubando un goal al povero Da Graca. A fine partita, intervistato, dice “siamo la Juve, ci chiedono di vincere. Sempre.” con lo sguardo di chi tra poco sbrana pure il giornalista. E tanti cari saluti a quelli che “non vogliono pressioni”. Se tutti entrassero in campo con la mentalità di questo ragazzo ad ogni partita, altro che 7 punti di distacco….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *