Probabili formazioni Supercoppa Juve-Napoli: come arrivano i partenopei

Formazioni Juve Napoli

 Petagna c’è. Sì: Andrea ha smaltito la contusione al polpaccio sinistro rimediata domenica con la Fiorentina, ha partecipato regolarmente alla rifinitura andata in scena ieri prima della partenza per Reggio Emilia e, soprattutto, oggi sarà il riferimento d’attacco del Napoli. Il centravanti-centroboa della formazione che Gattuso esibirà con la Juve in Supercoppa. Pericolo scampato, insomma: la sua eventuale assenza sarebbe stata un problema vero, considerando che Mertens non è in condizione, ma alla fine Rino non dovrà né chiedere a Dries di stringere troppo i denti e neanche inventarsi soluzioni alternative. Anzi, a dirla bene oggi al Mapei giocherà praticamente la stessa squadra che ha vinto un set con la Viola, 6-0 e arrivederci, con la sola eccezione della casella destra della difesa: al posto di Hysaj, dopo aver scontato un turno di squalifica, tornerà Di Lorenzo.

BUONE NOTIZIE. E allora, la buona notizia. Anzi, le due buone notizie che hanno accompagnato l’ultimo allenamento prima della finale: tamponi tutti negativi, tanto per cominciare, un sospiro di sollievo lungo e profondo alla luce della positività di Fabian (sabato); e poi, il recupero di Petagna. Convocato e arruolabile: è lui, attaccante spesso criticato e all’improvviso balzato in passerella, l’uomo che più degli altri ha agitato la vigilia dopo l’infortunio di domenica. La classica botta fastidiosa e anche dolorosa, ma non tale da fermare uno che chiamano Bulldozer; a maggior ragione se in palio c’è quello che potrebbe diventare il primo trofeo della sua carriera. Contro la Juve, per altro: il masche simo per un giocatore del Napoli.

UNICA NOVITÀ. Mertens, dunque, partirà dalla panchina come in campionato: migliora, lo ha anche annunciato, ma la caviglia sinistra fa ancora qualche capriccio e il ritmo partita è ovviamente limitato. L’importante è esserci, comunque: gestito a dovere, potrebbe rivelarsi un’arma in più. Per il resto, Rino confermerà quasi per intero la formazione che ha vinto con la Fiorentina: Ospina in porta; linea difensiva a quattro con Di Lorenzo (unica novità al posto di Hysaj), Manolas, Koulibaly e Mario Rui; coppia di mediana composta da Demme e Bakayoko; Lozano, Zielinski e Insigne alle spalle di Petagna nel tris di trequarti. Confermato tra i convocati anche Cioffi, il diciottenne attaccante della Primavera che in quattro giorni è passato dall’esordio in A con i viola alla Supercoppa con la Juve. Fuori i positivi Fabian e Osimhen (tra l’altro infortunato), e Malcuit, in odore di cessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *