Juve-Bologna 2-0: analisi della gara del 24 gennaio 2021

Juve Bologna Formazioni

L’atteggiamento iniziale ottimo, le occasioni durante il primo tempo innumerevoli, e ancora una volta è una nostra colpa averlo chiuso soltanto per 1-0.In verità, prestiamo il fianco a pericolose ripartenze avversarie, ma guardiamo il bicchiere mezzo pieno: le occasioni per raddoppiare, per triplicare sono state moltissime, e il primo tempo poteva tranquillamente finire 3-1, almeno.È un po’ la nuova filosofia che ha fatto si la Juventus cercasse di cambiare l’impostazione della partita, cercando ovviamente di subire il meno possibile, ma concedendo inevitabilmente qualcosa, e allo stesso tempo cercare di segnare un gol in più rispetto all’avversario. Un principio che può funzionare solamente quando si riesce ad essere cinici, e la Juventus in questo ha ampi margini di miglioramento, perché i gol non sono quanti dovrebbero, quanti potrebbero essere.

Juve-Bologna analisi e riassunto post partita

Dai primi 45’ emerge, abbastanza chiaramente, oltre al gol, l’importanza per il gioco della Juventus di un giocatore su tutti, che mi fa piacere stia trovando continuità anzitutto fisica: Arthur. Viene a prendersi il pallone in zone scomode, non perde mai lucidità e calma, e il pallone è veramente incollato al piede in ogni controllo palla. Il gol è un quid plus, ma sono sorpreso anche dal dinamismo del brasiliano. Come tutta la Juventus, ad inizio 2º tempo commette qualche errore di troppo, e sicuramente non va bene, ma le caratteristiche restano ben individuate.

La coppia centrale di centrocampo, a mio avviso, è individuata, e lo è sempre stata da inizio stagione: Arthur – Bentancur, nessuno può garantire quello che riesce a garantire questa coppia. Rabiot no, per niente. Altro giocatore fondamentale, lo ripeto spesso, Wes Mckennie: inserimenti costanti, non sta mai fermo, un centrocampista con caratteristiche che nessun altro ha nella nostra rosa. Quei 3 in mezzo, non sono sostituibili per il gioco della Juventus, spero che anche il mister abbia la mia stessa impressione. Ogni partita resto sbalordito dai miglioramenti di Danilo, rispetto allo scorso anno, è un nuovo giocatore, e io credo che al momento sia la miglior stagione in carriera del brasiliano, sperando continui così. Un peccato per gli errori in fase di finalizzazione, di Cr7, di Berna, di Kulusevski, dello stesso Cuadrado, che si spinge sempre in avanti ed è un pericolo costante. Il rovescio della medaglia come detto, è concedere ripartenze, ma in area quantomeno ci facciamo trovare ben piazzati, con Giorgio che è un professore in quanto a posizionamento, c’è poco da fare

Il 2º tempo non è sulla falsariga del 1º, la Juventus concede qualcosa al Bologna, e ci vuole un grande Szczesny (in splendida forma) per evitare un clamoroso autogol di Cuadrado. I primi 10 minuti del secondo tempo, un monologo rossoblù: molti errori tecnici in uscita, anche dello stesso Arthur, e c’è bisogno ancora di Szczesny per evitare il pareggio. Veniamo infilati centralmente e la palla viaggia da destra a sinistra velocemente per il Bologna, che ancora spreca con Sansone. Paradossalmente, siamo noi a creare in contropiede le soluzioni più pericolose.

Partita molto fisica, ritmo altissimo, tanti contrasti. Bernardeschi su quella fascia è un peccato, pensando a vari giocatori che potrebbero fare meglio, soprattutto in fase offensiva. Niente da dire, come sempre, sui soliti ripiegamenti in fase difensiva, ma la davanti deve fare meglio, senza se e senza ma. Sempre tanto impegno, sempre buoni movimenti, ma gli errori tecnici si pagano. Fuori Berna, dentro Morata, che ci mette 48 secondi per arrivare alla prima conclusione in porta, dopo aver avviato ottimamente l’azione. Non è un caso. Palla in angolo, e in mezzo, come SEMPRE, la prende uno dei più piccoli, però salta, è dinamico, legge le traiettorie del pallone, e stavolta riesce ad esser preciso: WESTON MCKENNIE! 4º gol in stagione! Che favolosa sorpresa l’americano, punto fermo di questa squadra.2-0, gol importantissimo per spegnere l’entusiasmo del Bologna. Dopo 2 minuti, lo stesso Wes potrebbe raddoppiare, su un pallone CLAMOROSO di Cr7, Skorupski prende anche questa, e senza di lui, il passivo per il Bologna poteva essere oggi veramente pesantissimo. Partita che sembra oramai indirizzata. Pericolosi i primi 10-15 minuti del secondo tempo, per il resto, Juventus con grande attenzione e grande spirito combattivo. Cuadrado continuerà a correre anche per tornare a casa, incredibile.

Finisce così, con una vittoria convincente sul Bologna, che ci consente di recuperare 2 punti sull’Inter e 3 sul Milan, e da continuità alla vittoria in supercoppa. Più cattiveria davanti alla porta, più attenzione in determinate fasi della partita, concentrazione alta per 90’.Continuiamo a lavorare per raggiungere questi obiettivi, forza ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *