Juve-Inter oggi 9 febbraio: tutti i duelli

Il derby d’Italia di stasera sarà il terzo episodio di una serie che da anni non era più così avvincente. Riassunto delle puntate precedenti: l’Inter si è presa i 3 punti in campionato il 13 gennaio (2-0), la Juventus ha “ipotecato” la qualificazione alla finale sette giorni fa sbancando il Meazza (2-1). In attesa dello scontro alla penultima giornata di A, novanta minuti che potrebbero essere decisivi per lo scudetto, stavolta in palio ci sarà l’accesso all’ultimo atto della Coppa Italia.

I bianconeri hanno un bel vantaggio, ma Conte non porterà i suoi a Torino in gita premio. Perché il risultato dell’Allianz Stadium può avere riflessi anche in chiave tricolore, rafforzare certezze o instillare dubbi a seconda di come finirà il match. Di certo non sarà una gara banale perché sono tante le… partite nella partita.

Juve-Inter oggi 9 febbraio: Ronaldo vs Lukaku

Tra i pali sarà derby tra Buffon e Handanovic, due portieri che non sentono il richiamo della pensione; in mezzo alla difesa duello a distanza tra De Ligt e Bastoni, nel ruolo tra i top a livello europeo; sulle fasce occhio alla velocità di Cuadrado e Hakimi; a centrocampo la dinamicità degli azzurri Chiesa e Barella, finora tra i migliori della A; in attacco i due colpi più costosi della storia dei club, Ronaldo e Lukaku. Ce n’è abbastanza per uno spettacolo mozzafiato e da non perdere.

Juve-Inter: Deligt contro Bastoni

Il futuro è loro. Da una parte Matthijs De Ligt, che la Juventus ha fortemente voluto per raccogliere nel tempo l’eredità di Chiellini e Bonucci. Dall’altra Alessandro Bastoni, che l’Inter ha pescato nel florido vivaio dell’Atalanta per “italianizzare” la squadra. Entrambi classe 1999, sarebbero perfetti per giocare insieme e invece stasera si incroceranno solo sui calci piazzati. L’olandese è arrivato a Torino nell’estate 2019 per 75 milioni più altri 10,5 di “oneri accessori”: mai un difensore era stato pagato così tanto dalla Signora. Soldi spesi bene perché ha dimostrato il suo valore: in circolazione come lui ce ne sono pochi. La scuola Ajax non tradisce.

Bastoni è entrato in orbita nerazzurra nell’estate 2017: è stato valutato 31,1 milioni, tanti soldi per un diciottenne, ma nell’operazione l’Inter ha ceduto alla Dea Eguelfi e Carraro, mettendo così a segno due importanti plusvalenze. Adesso può contare su uno dei pochi centrali mancini in circolazione e a breve lo blinderà con il rinnovo del contratto. De Ligt può marcare con il fisico qualunque avversario ed è pronto per Lukaku; Bastoni difensivamente può crescere, ma ha un gran lancio. Là dietro, statene certi, nei prossimi anni comanderanno loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *